Calcio in Calabria seconda categoria girone E/ Borgo Grecanico -Nuova Sanferdinandese 3-0

25 novembre 2017    21:31

Posted by Domenico Salvatore

 

Calcio in Calabria, seconda categoria girone E/La Nuova Sanferdinandese, ha disputato la sua onesta partita, ma non c'era niente da fare contro l'armata borghigiana, una squadra che segna e sogna

MA IL BORGO GRECANICO LA SQUADRA PIU' GIOVANE, CON IL MIGLIOR ATTACCO DELCAMPIONATO, INTENDE RAGGIUNGERE IL PIU' PRESTO POSSIBILE LA QUOTA SALVEZZA, PER POTERSI... DIVERTIRE

Melito Porto Salvo (rc)-Mister Antonio Cormaci, non si lascia travolgere dall'euforia e lancia cascate d'acqua gelida sul fuoco degli entusiasmi degli skin-heads e degli hooligans.

Calma e sangue freddo. Primum vivere deinde philosophari. Niente scherzi please. Il campionato è lungo e logorante ed alimentare facili illusioni, abbagli, allucinazioni ed ingani, può essere letale.

Nei comenti a botta calda mister Cormaci, tiene i piedi ben piantati per terra. Fa i complimenti ai ragazzi per aver interpretato gli ordini di scuderia nella giusta maniera.

Ma si duole per l'espulsione dello stopper. Proprio sul più bello e sul finire dell'incontro. Per un fallo a centrocampo. Scherzi dell'euforia o dell'esuberanza adolescenziale. La macchina è fatta di ingranaggi, se salta uno....non è la fine del mondo, ma.....

l'allenatore ha maturato una bella esperienza con i giovani. Ha vinto a Melito, Bagaladi, Palmi e Saline. In più, ha allenato in prima categoria, Promozione ed Eccellenza. Quindi sa come regolarsi con gl'indisciplinati, ribelli e coloro che dissentono, divergono e creano subuglio, disordine e pasticci, scompiglio e trambusto.

Gli arrrivano in cuffia le notizie dagli altri campi. Alcune 'buone', altre meno. "Ma poi, noi dobbiamo pensare ai fatti nostri. L'obiettivo dichiarato è quello della salvezza 'tranquilla' e divertirci un po' .

Tra infortuni, indisponibilità, imprevisti non...previsti e squalifiche, anche noi abbiamo le nostre gatte da pelare. Il torneo sta per entrare nel vivo della questione.Le prossime quattro o cinque gare in calendario, daranno sicuramente utili ragguagli per capire quali saranno approssimativamente, le grigle dei play off e dei play-out".

Il resto verrà da sè. Il Borgo è la squadra più giovane del torneo, ma controllare gli spit-fires ed i mosquitos non  sarà facile per nessuno. Poi ci sono i mustang che scalpitano dentro il korral e nitriscono; morelli, sauri, arabi e 'pezzati', si stanno scatenando sulla prateria, se non nella sterminata Pampas al confine con la Patagonia; e mettono a dura prova l'esperienza, la competenza e la professionalità dei gauchos; abili protagonisti nei festival di jineteada e payada.

Altro elemento catalizzatore di questa squadra è il pubblico locale. Aficionados, peones e campesinos si sono scatenati a bordo campo con inni e canti cadenzati durante la gara ed anche davanti agli spogliatoi alla fine del match.

Insomma un Borgo Grecanico che segna e sogna. Miglior attacco e miglior difesa, secondo posto in classifica generale. In attesa di misurarsi fuori casa con il fanalino di coda. Ludos, Fortitudo e Lazzaro vanno forte ed intendono recitare un ruolo di primo piano. Tuttavia il Borgo Grecanico a parere degli esperti, non farà la comparsa. Anzi

La fitta ragnatela di passaggi, per tornare al match, ha stordito la matricola pianigiana, giunta sulla rive del Marosimone, con il chiaro proposito di strappare almeno un punticino, visti i chiari di luna.

Ha funzionato il regista della difesa o centromediano metodista, Alberto Sgrò, ma soprattutto 'Hovercraft' Bruno Nucera; il motorino di centrocampo che si dondola meglio di Cheeta e di don Lurio.

Punta di diamante dello schieramento borghigiano è Danilo Romeo, con un passato prestigioso. Un ariete, che sfonda le linee nemiche meglio della deusche panzer divisionen. Sei goals in sette partite, sono un bottino di tutto rispetto.

I borghigiani, stanno vivendo un magic moment. Negli anni scorsi, non era una squadra di brocchi e ronzini o peggio squadra-materasso e difesa colabrodo, tuttavia non si può nemmeno asserire, che fosse un fulmine di guerra.

Gli hooligans ed gli skin-heads, avevano il magone ed erano costretti a seguire le prestazioni grigie ed incolori della squadra. Partite capestro e prestazioni disastrose. Al punto tale da doversi salvare all'ultima gara utile dei play-out, con una 'bomba' da trenta metri, esplosa da Kaptan Amerika.

Nel gioco del calcio è importante l'esperienza. Perciò gli esperti, dicono che le sconfitte facciano bene alla... salute. L'esperienza fa maestri. Se non prendi delle sberle sul muso, non maturerai mai. Quattro-cinque goal in casa ed anche fuori per intenderci.

Servono allenamenti duri ed intensi ed in profondità; ma anche il giusto stratching per preservare i muscoli e prevenire, contratture, sfilacciamenti, stiramenti, distorsioni e strappi.

Domenico Salvatore

******************************************************