Il Borgo Grecanico, parte col botto, battuti i cugini della Melitese, nel derby di seconda categoria Calabria

20 ottobre 2017    11:10

Posted by Domenico Salvatore

Nella prima giornata del campionato di seconda categoria Calabria.Clamoroso ribaltone nei minuti finali del match infocato

AL BORGO GRECANICO LA STRACITTADINA DEL MAROSIMONE DOPO UNO SPETTACOLARE DUELLO ALL'ARMA BIANCA

 

Melito Porto Salvo (rc)- Incredibile ma vero! Un ribaltone servito dal maggiordomo sul piatto d'argento con guanti e livrea, quasi in zona cesarini. Il presidente Carmelo Laganà e tutto il suo entourage, da Mimmo Tripodi e Salvatore Idà, pssando per mister CiccioScordo (amaro esordio sulla panchina)avevano un diavolo per capello. L'equipe ha retto bee per 75-80 minuti, poi ha mostrato i suoi limiti.

Gli hooligans e gli skin-heads di fede melitota, non sono riusciti a smaltire la falsa partenza della loro squadra, a distanza di diversi giorni oramai. Il Melito Futsal (per la Lega) o Melitese che dir si voglia, fino a quel momento aveva disputato una bella gara, accorta, prudente ed abbottonata. Se non la vittoria, almeno il pareggio sembrava scontato. Invece ecco il patatrac.Roba da farsi saltare il tappo della valvola mitralica.

Eroi del giorno, Vincenzo Iamonte e lo sgusciante Bertone,che godono della stima dei dirigenti, autori delle reti che hanno deciso il match. Un approccio con il goal senza precedenti. Peones e campesinos di fede borghigiana, hanno urlato a squarciagola,.

Il team dream di Luisa Nipote, ha avuto il merito di non mollare. Di crederci sino in fondo. Rimesse laterali, possesso palla, punizioni, corners e pressing asfissiante le armi vincenti.

Ma soprattutto la tenuta atletica sui novanta minuti, che ha fatto la differenza. Mister Cormaci riesce a malapena a contenere tutta l'euforia e l'entusiasmo.

Sconfiggere i cugini, favoriti per la vittoria finale e comunque per la griglia dei play off, non è stato facile, nè semplice ma ora se la gode tutta.

Il dinamico trainer, che ha vinto tantissimo, nonostante la giovane età, a livelo giovanile, non vuol sentirte parlare di ambizioni: "Il nostro obiettivo dichiarato è la salvezza comoda o tranquilla. Il ritorno a quattordici squadre e le lunghe trasferte, a partire dalla prossima per affrontare il Grotteria, ma soprattutto il novero delle squadre alcune con esperienza di prima categoria, consigliano di fare un begno di umiltà e di tenere i piedi ben saldi per terra.

Noi, siamo una squadra di giovani, alcuni dei quali tuttavia, hanno maturato un po' d'esperienza, ma il torneo è lungo e dispendioso. Calma e  sangue freddo.".

Il Borgo Grecanico, si prepara ad una lunga trasferta, dove spera di agguantare almeno un pareggio in campo esterno, per allungare la striscia positiva e tornare al 'Saverio Spinella' con il morale giusto. La scuola calcio del Borgo Grecanico, frattanto si prepara a scendere in campo negli altri campionati così detti minori.

Una delle tre esistenti a Melito Porto Salvo. Le altre due, sono: la leggendaria Calcistica Spinella  di Peppe Vadalà cara a Pasquale Macheda, Alessandro Climaco ed il 'barone' Andrea Manti; ed il Melito Calcio-GIARE della signora Franca Ventura. Società, serie, appassionate e lungimiranti, che hano sfornato fior di campioni. Prezioso serbatoio di campioncini a cui continuano ad attingere svariate squadre del circondario. Domenico Salvatore