Calcio in Calabria Terza Categoria/ La falsa partenza del Roghudi Calcio

28 novembre 2017   05:26

Posted by Domenico Salvatore-

L'ennesima sconfitta, stavolta in casa lascia il segno ma vanno registrati i progressi tecnico-atletici imposti dal giovane e dinamico trainer Francesco Scopelliti

IL ROGHUDI BATTUTO DI GIUSTA MISURA, E' GIA' UNA BELLA REALTA', MA IL REAL OLIMPIA REGGIO CALABRIA E' SQUADRA CHE POSSA PUNTARE IN ALTO

 

MELITO PORTO SALVO (RC)-L'equipe del presidente Mario Paolo Stelitano è incappata nella seconda sconfitta stagionale al cospetto del suo pubblico, al termine di una gara soifferta e tormentata, giocata all'arma bianca.

La formazione di mister Francesco Scopelliti è una bella realtà del campionato di Terza Categoria, ma ancora c'è qualche cosa da sistemare a livello di amalgame. Come dire che l'inesperienza e qualche ingenuità grossolana, la obblighino a pagare pegno.

Ma non c'è dubbio alcuno, che prese le giuste misure, il Roghudi calcio. verrà fuori alla grande. Ed allora, saranno dolori per le altre squadre. Le belle individualità ancora non si sono incastonate nel collettivo.

La difesa ga incasato cinque goal in tre partite. Troppi. Va meglio registrata. Il modulo di gioco o tattico 4-4-2 o 4-3-2-1 che può diventare 4-1-4-1, va meglio registrato ed oliato in tutti gl'ingranaggi. Peones, aficionados e campesinos sono parzialmente soddisfatti, ma pretendono di più.

Sebbene il raccordo centrocampo-attacco funzioni bene. I foraggiamenti per le punte ci sono ed arrivano puntuali. Le punte hanno segnato tre reti. Pochine a dire il vero, rispetto alla quantità di palloni giocabili.

Ma non si può pretendere che la formazione del 'Tabacco' diventi subito un'armata invincibile. Occorre pazienza, tempo e...denaro.Ma non si può fare un torto alla formazione reggina, accreditata come una delle favorite alla vittoria finale. Questo si vedrà.

Il team dream 'riggitano', a nostro avviso, è squadra che possa dire la sua nell'arco del torneo. Intanto ritorna sulle rive del Sant'Agata con una vittoria rinfrancante che fa morale e classifica, fa bene alla salute ed induce all'ottimismo.

Il modulo tattico sta dando risultati a dir poco favolosi. Sul prato artificiale del "Saverio Spinella" campo di casa del Roghudi, oramai conurbato con Melito Porto Salvo, s'è visto un Real Olimpia sicuro e sereno; di sicuro con carattere e personalità e senza timori riverenziali nei confronti di chicchessia.

Ancora c'è qualcosina da aggiustare, arricchire e migliorare ed il mercato di dicembre è dietro l'angolo; ma la strada maestra è questa. Ora serve la continuità. Infine l'arbitro. Il presidente dell'AIA di Reggio Calabria, Francesco Catona, alla ricerca di nuovi arbitri, sta svolgendo un lodevole compito, tuttavia gli consigliamo (se potessimo) di dragare e scandagliare anche fra i giocatori in attività, che conoscono la psicologìa 'spicciola', meglio dei 'dilettanti allo sbaraglio'.

Non hanno bisogno del tutor e sono vaccinati contro l'impatto ambientale. Benchè questa via non possa essere esauriente ed esaustiva. Anzi. Il direttore di gara di Roghudi-Real Olimpia se l'è cavata molto bene, anche per questo.

Il mercato di riparazione dicembrino è alle soglie. Tutte le squadre ci pensano; e ci pensino. Il bomber alla Icardi od il portiere alla Buffon se non Donnarumma, fa gola a tutti. Ma è chiaro, che se non si sciolgano i cordoni della borsa, più di uno sarà costretto a fare le nozze coi fichi secchi.

L'avvocato Saverio Mirarchi ed il suo efficiente, funzionale ed efficace Comitato Regionale della Lega-Figc, hanno azzeccato a tenere in vita 

l'affascinante ed intramontabile Terza Categoria. Anzi, andrebbe incrementata. C'è spazio per tutti, almeno sino a cinquant'anni. Ma l'spettativa di vita per i maschi è di anni... 84-86.

La squadra di Roghudi è veterana di questa categoria. Anche se a suo tempo, interruppe quella meravigliosa stagione ( ai tempi di Peppe Sgrò)che portò tanta gioia e soddisfazione, ma anche 'visibilità, notorietà, credito e credibilità. Promozione sociale, morale, culturale e spirituale, ma anche mens sana in corpore sano, dialogo e confronto della idee.

I politi 'ricudesi' se non roghudesi, hanno sempre sostenuto, che dopo la chiesa, sarebbe toccato allo stadio, già previsto sul piano di fabbricazione. Soupporters e wariors, sognano ad occhi aperti.

Lo sport, il calcio, di sicuro può contribuire  al salto di qualità, ma serve l'attenzione  e l'interesse della classe politica. La tifoseria, ha bisogno di 'vedere' per credere; se non di toccare come San Tommaso.

 

Domenico Salvatore

 

**************************************************

G A L L E R I A  F O T O G R A F I C A    di Dosa