Calcio in Calabria, Promozione, girone B/ La sesta giornata del girone di andata ha chiarito che la capolista Bocale sarà fra le protagoniste del campionato

16 ottobre 2017 20:42

Posted by Domenico Salvatore

Ferla (R) ha punzecchiato, ma Laurendi  e Carbone, e soprattutto Peppe Foti infuriati, hanno travolto la malcapitata Rombiolese

MAI STUZZICARE IL CANE (BOCALE) CHE DORME

 

Reggio Calabria (Campoli)-Gli addetti ai lavori ancora non si sbilanciano del tutto, ma sono disposti a credere che la capolista Bocale sarà una delle protagoniste del torneo.

La gara, non poteva rappresentare un credibile banco di prova, con tutto il rispetto di questo mondo per la matricola Rombiolese.

La Bovalinese, prossimo avversario in trasferta, sicuramente lo sarà

Il team di Nicola Ferraro si era presentato al ‘Campoli’ di Bocale, per disputare una partita alla pari: arpionare un punto e possibilmente anche di più.

Dal dire al fare c’è di mezzo il mare. Ed ovviamente l’inesperienza e l’ingenuità. Giocare a viso aperto contro questo Bocale mostruoso a centrocampo, micidiale in attacco è un autentico suicidio.

Sono stati sufficienti 25 minuti per ribaltare il risultato e metterlo in cassaforte Colosimo, Ferraro, Crisafulli, Gaetano, Capria ed Ascone, non erano il muro di Berlino.

Anzi l’uomoragno ospite, ha salvato od almeno ridimensionato il passivo che poteva assumere le vesti di una goleada.

Mister Rolando Megna, una leggenda del calcio dilettantistico calabrese, grande giocatore ed ottimo allenatore ha mandato in avanscoperta Sanghare, i due Mazzitelli,Toscano, Soriano e Ferla, per tentare di sorprendere nel sonno la formazione locale, cara a Filippo Cogliandro.

Sebbene contro questo Bocale cinico, efficiente e funzionale, ci fosse poso o niente da fare.

Dal modulo tattico iniziale 4-3-1-2 si è passati subito al 4-4-2 e poi addirittura al 3-4-3 dilagante.

In cabina di regia, S.M. Peppe Foti ha fatto ciò che ha voluto, Buono nell’interdizione, migliore nel raccordo e rifinitura, ottimo nelle conclusioni a rete.

La rete da antologia, in pratica un euro-goal da incorniciare nell’albun di famiglia, ha avuto il merito di riequilibrare le sorti dell’incontro e rivitalizzare l’equipe della ‘Pantera Rosa’ Pippo Laface.

Da quel momento in poi, in campo si è vista una sola squadra, che nel secondo tempo con il vento a favore, non ha maramaldeggiato.

Una sola rete a favore, siglata con un urlo di Munch dallo scatenato Carbone.

A fonte di un primo tempo favoloso con almeno sette-otto occasioni da rete, è arrivata una ripresa sotto tono.

Il pensiero era rivolto anche ai quarti di finale della Coppa Italia in programma al Campoli contro i cugini del Calcio Gallico.

Il Bocale mira alla vittoria finale nel campionato di Promozione girone B, per tornare in Eccellenza, ma non sarà facile, questo è certo.

Gioiosa, Bagnarese, Brancaleone, Africo, Villese e Real non sono affatto d’accordo. Salvo l’inserimento di qualche ou-sider.

Lo stato di salute del capocannoniere Laurendi, fa ben sperare, ma il mercato dicembrino, potrebbe regalare qualche strenna.

D’Agostino, Aziz, Fava, Guerrisi, Bianchi e Calarco, rappresentano una vera muraglia cinese, ma il trainer è andato in bestia per la seconda rete, subìta in zona cesarini.

Secondi, Foti, Parrello, Laurendi e Libri, sono clienti da prendere con le molle.

Tutto bene. Unico neo l’assenza sugli spalti, degli hooligans e degli skin head, nonostante il primato, sia pure in coabitazione con il sorprendente Gioiosa.

A questo c’è rimedio. La tifoseria, ancora scettica, diffidente e sospettosa, potrebbe cambiare atteggiamento se la squadra continuasse a macinare gioco, punti e classifica.

Il dirigente Nino Spinella, uno dei più appassionati, senza negare niente a nessuno, non nasconde affatto la sua soddisfazione per l'andamento del torneo, in questa parte iniziale.

Infine, la nota positica per la terna arbitrale (Andrea Spasari di Soverato, centrale, Alessio Bulotta e Tommaso gaetano di Lamezia, collaboratori). Benchè su un paio di episodi servirebbe il VAR.

Domenico Salvatore

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA