Calcio in Calabria Calcetto serie D/L'inesperienza gioca un brutto tiro alla Calcistica, ma l'Ausonia è una signora squadra

03 dicembre 2017   11:02

Posted by Domenico Salvatore

Risultati immagini per Calcistica Spinella logo

La giovane e dinamica formazione di Melito Porto Salvo, ancora inesperta ed ingenua, ma con tanta voglia di lottare e combattere, per diverso tempo ha tenuto campo e botta, poi è crollata sotto i colpi di un team-dream più completo ed attempato

 

L'AUSONIA REGGIO CALABRIA ESPUGNA IL 'SURFARO' MA NON AFFONDA L'ENTUSIASMO DELLA CALCISTICA SPINELLA

 

Domenico Salvatore

MELITO PORTO SALVO (RC)-Una grande società, che merita tutti i consensi ricevuti in questo quarto di secolo. Seria, attenta, competente e professionale che ha perseguito finalità educative e pedagogiche e scopi sportivi, spirituali, psicologigi e fisici. Non solo mens sana in corpore sano.

La sua bandiera è il senso dell'ospitalità considerata sacra, santa ed inviolabile. Nell'ambiente sereno, immerso nella natura, nel verde e nell'ossigeno  gli atleti, dai primi calci all'under 18, imparano il rispetto delle regole, propedeutico alla pratica della legalità, il bon ton, il fair-play ed il galateo.

L'anno scorso ha voluto fare l'esperienza della Terza Categoria e quest'anno del Calcetto o Calcio a 5, in serie D. Ha affidato l'incarico di seguirla ad un atleta di provate capacità come il giocatore-allenatore Vincenzo Labate.

Non ha grosse velleità, se non quelle di fare esperienza, crescere e divertirsi. Canta Massimo Ranieri...per questo dalla vita prendo quello che dà...Era consapevole della maggior esperienza e militanza dell'Ausonia, ma nonostante ciò, ha giocato alla pari ed a testa alta.

Per svariati minuti ha retto bene ed ha graffiato in contropiede, pali, traverse, parate del portiere, goal 'sgranocchiati' in takle scivolato, ma poi è crollata sotto i colpi dell'esperienza e della maggior qualità.

L'arbitro Libri di Reggio Calabria, se l'è cavata bene. Il pubblico, quei peones e campesinos a bordo campo, ancora rarefatti, ha mostrato di gradire lo spettacolo

Il modulo di gioco imposto da mister Labate è efficiente e funzionale, tuttavia i meccanismi vanno oliati e collaudati. E ci vuole tempo e pazienza.

Rinverdire  gli allori si può, ma non subito chiaramente. Intanto la città di Melito, si inserisce di nuovo nel circo del calcio a 5 che esercita un fascino incredibile ed offre la possibilità a tutti di giocare e divertirsi.

La cittadinanza e per la verità anche l'Amministrazione Comunale, gradiscono il lavoro della società fondata da Guido Pizzi e Lillo Liguori e soci, curata per parecchi anni dal successore Saverio Pansera, diretta da Giuseppe Vadalà, senza nulla togliere al 'signor Macheda', Alessandro Climaco, Andrea Manti e tutto il resto.

Va detto però che la famiglia Spinella abbia sostenuto, incoraggiato e sorretto in maniera tangibile; ma la dirigenza è stata diligente. C'è nche un gemellaggio con il Parma e tra i numerosi successi nei vari campionati e tornei, va ricordata anche la vittoria al Toneo di Viareggio.

I suoi atleti, lo abbiamo più volte ribadito, hanno giocato in Prima, Seconda e Terza Categoria, Promozione, Eccellenza, serie D, C, B ed A nel calcetto e nel calcio a 11.

Il campo di gioco è il 'Saverio Spinella o i campetti di Surfaro in quel di Pilati.

Domenico Salvatore

*****************************************************************************************

 

 GALLERIA FOTOGRAFICA DI DOSA